alpini3bisBrembilla – Il 276° della è quello di Laxolo di Brembilla, il 277° quello di Imagna. Sono gli ultimi due nati nella grande famiglia delle penne nere . Imagna ha celebrato la fondazione domenica scorsa mentre la più popolosa frazione brembillese si appresta oggi a suggellare l’evento. Laxolo da alcuni giorni è infatti addobbata di Tricolori per ilbattesimo del neonato gruppo degli alpini, che si staccano ufficialmente da quelli di Brembilla. E la frazione ha accolto con entusiasmo l’annuncio dei giorni scorsi, quando la fondazione del gruppo è diventata ufficiale. «Abbiamo deciso questa primavera – racconta il capogruppo di Laxolo Giacomo Vanotti – visto che nella nostra comunità sono tanti i giovani alpini e che la proposta di fondare un gruppo a parte ha cominciato a girare e a piacere a molti. Ci siamo organizzati, abbiamo raccolto consensi e adesioni, così abbiamo presentato richiesta a . Al momento gli alpini che hanno aderito e che quindi compongono il gruppo sono 35.

All’inizio eravamo in 20 e poi si è via via aumentati, cosa che ci induce a pensare che forse raggiungeremo anche le 40 unità. Purtroppo ancora non abbiamo una sede e per questo stiamo utilizzando provvisoriamente i locali dell’oratorio di Laxolo per ritrovarci e tenere le nostre riunioni. In un secondo tempo penseremo anche a individuare la sede giusta». «Siamo molto contenti della partecipazione del paese – spiega ancora Vanotti – in questi giorni è davvero un tripudio di tricolori che vivacizzano le strade del paese». Il programma della giornata prevede alle 8,45 l’ammassamento al , alle 9,45 la per le vie della frazione con la banda di Prezzate, alle 10,30 la cerimonia al monumento ai Caduti al quale farà seguito il saluto delle autorità. Alle 11 la Messa e infine il pranzo alpino alle 12,30. Come indicato sul volantino distribuito in paese «tutti i reduci e i vèci alpini di Brembilla ultraottantenni sono attesi e potranno partecipare alla salendo a bordo delle jeep messe a disposizione dal gruppo. Inoltre saranno ospitati gratuitamente al pranzo».

Domenica scorsa, invece, erano già stati gli alpini di Fuipiano Imagna a celebrare il loroatto di fondazione e la nuova sede, ricavata in un locale parrocchiale in piazza . Al corteo erano presenti diversi gruppi della Imagna e dal Milanese, il sindacoMaurizio Melchionne e il capogruppo della Imagna Fermo Mager. «Un grazie va a tutti – dice il neocapogruppo di Fuipiano Andrea Casari, 31 anni – ma soprattutto ai soci simpatizzanti che ci hanno sostenuto ». Il gruppo di Fuipiano conta circa 22 soci effettivi e una trentina di simpatizzanti. Finora gli alpini si aggregavano ai gruppi di Locatello, Corna Imagna, Sant’Omobono e Costa Imagna.

Silvia Salvi – L’Eco di Bergamo