Notte-Bianca-Zogno2 – Un nuovo monumento ai Caduti di tutte le guerre in occasione del 40° anniversario della chiesetta alpina al Monte di Zogno. È l’iniziativa del di Zogno, fra quelli che contano più iscritti nella , in programma domani. «Vogliamo riportare alla memoria i sacrifici di tantissime , non solo zognesi, che hanno perso la vita nel corso delle due guerre mondiali – spiega Luigi Garofano, a capo del sodalizio –. Vogliamo trasmettere questa memoria alle generazioni future». Il nuovo monumento ai Caduti è di dimensioni notevoli, costruito accanto alla chiesetta alpina al Monte Castello di San Marco.

È tradizione che in più occasioni alla chiesetta alpina di Miragolo si promuovano feste e celebrazioni in memoria di alpini e Caduti nel corso dei conflitti: la più conosciuta è la festa di fine agosto. La chiesetta, di cui quest’anno ricorre il 40° di fondazione, è stata realizzato nel 1973 in occasione del 50° anniversario della fondazione del gruppo di Zogno. «Gli alpini di Zogno sono legati a questo spazio – prosegue il capogruppo Garofano – abbiamo sempre lavorato per arricchire questo luogo di pace e serenità e il nuovo monumento vuole ricordare gli sforzi e sacrifici, anche con la vita stessa, di chi ci ha preceduto». La chiesa è dedicata alla Madonna del Don, un dipinto raffigura la Madonna accanto ai soldati durante la tragica ritirata di Russia. Per domani alle 9,30 il ritrovo dei gruppi alpini presso il Monte Castello, alle 10 l’ammassamento, mentre alle 10,30 l’alzabandiera con l’inaugurazione del monumento e i discorsi ufficiali. Saranno presenti diversi gruppi alpini orobici e Il capogruppo Luigi Garofano la fanfara di .

L’Eco di Bergsmo