PIAZZA BREMBANA – Sarà all’insegna dell’«alpinità» il prossimo fine settimana dell’alta Valle Brembana. Domenica, infatti, le penne nere dell’Alta Valle Brembana celebrano l’85° di costituzione del , una storia «scarpona» passata attraverso diverse tappe.

Fino all’impegno sociale di oggi con la promozione di attività varie nel ricordo dei Caduti di tutte le guerre. Si parla di gruppo pur se attualmente i gruppi sono più d’uno e testimoniano, per fare chiarezza, un excursus degli 85 anni di vita alpina dell’alta Valle Brembana.

Si risale così al 1925 quando a un gruppo di reduci della Prima guerra mondiale promuove la costituzione di un gruppo altovallare il cui primo capogruppo è Martino Granati, aggregato alla sezione Ana di Bergamo che si è nel frattempo costituita associando tutti gli alpini della provincia.

Nel 1926 viene inaugurato il gagliardetto del gruppo. Nel 1932 l’originaria denominazione viene modificata nella nuova formulazione «Gruppo alpini Alta Valle Brembana ». Arriva l’ultimo conflitto mondiale e nel primo dopoguerra si decide un’articolazione comunale per cui nascono, dal 1947, 18 gruppi che attualmente contano circa 800 associati, l’ultimo dei quali nel 1974. Sono anni intensissimi di attività nel ricordo dei caduti, si pratica attività sociale e non c’è manifestazione nella quale non siano coinvolte le penne nere: si curano pubblicazioni a carattere storico, si mandano in onda il Trofeo e il raduno intervallivo al Passo di San Marco e ancora un paio di edizioni del Campionato nazionale di sci di fondo riservato agli alpini e recentemente il Campionato nazionale di scialpinismo alpino.

Ecco, perciò, motivata la manifestazione indetta coralmente dai gruppi per il prossimo fine settimana con la celebrazione della storia alpina dell’alto Brembo e il ritrovarsi degli «scarponi» altobrembani nella casa comune di un tempo. La manifestazione prenderà il via sabato con la tradizionale serata gastronomico-folcloristica collocata nel parco dell’ex colonia Enel di Piazza Brembana. Domenica la celebrazione ufficiale dell’evento con la partecipazione di autorità amministrative, militari, religiose e alpine. Alle 9,30 ammassamento delle penne nere sul piazzale antistante il municipio. Alle 10 inizio della per le vie del capoluogo altobrembano e omaggio al monumento ai Caduti di tutte le guerre e al cippo di ricordo dei Caduti di Nikolajewka. Seguiranno i discorsi commemorativi dell’evento e, alle 11, la celebrazione della Messa del suffragio nella chiesa parrocchiale di San Martino. A concludere le manifestazioni per gli 85 anni degli alpini dell’alta valle sarà il rancio alla tensostruttura del parco dell’ex colonia Enel. La manifestazione sarà accompagnata dalla musica della Fanfara alpina di Rogno.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo

http://www.alpini-alta.vallebrembana.org/

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche