Dopo due anni di lavori, per gruppi e oratori. Domani l’inaugurazione. Ultimi ritocchi per la casa vacanze «Beato Papa » di di . Ci sono voluti quasi due anni di lavori per realizzare una struttura che da domani sarà a disposizione di ragazzi, gruppi, oratori e associazioni di volontariato. L’edificio sarà a disposizione dei giovani ma anche di gruppi famiglia per ritiri o semplici soggiorni – spiega il parroco don Giorgio Tironi -. Per e la è un fiore all’occhiello». La nuova casa vacanze è stata ricavata dall’ex asilo di proprietà parrocchiale e dall’abitazione delle suore, sfitta da anni.

La casa versava in pessime condizioni – aggiunge don Tironi -. Si è deciso, quindi, di recuperare completamente la struttura. Un grazie va rivolto a tutte le che hanno collaborato e contribuito alla ristrutturazione». Tutte le camere da letto sono dotate di servizi igienici. Ci sono una grande cucina, sale per le attività e gli incontri, ma anche un sistema audio, di rete, telefonici e per la rilevazione di fumi, con un occhio alle energie rinnovabili; in particolare sono stati disposti pannelli solari sul tetto per l’acqua calda. Ed è stata realizzata una cappella per la preghiera. Esternamente, invece, ci sono un prato per i giochi e un piazzale. Complessivamente l’intervento è costato 350 mila euro.

C’è tutto quello che serve per far funzionare a regime il nuovo edificio – conclude don Tironi -. La struttura avrà risvolti positivi per quanto riguarda la valorizzazione turistica della nostre località. Particolare attenzione è stata posta all’abbattimento delle barriere architettoniche». Domani, alle 11, l’inaugurazione con una Messa presieduta dal vescovo ausiliare emerito Lino Belotti e a seguire il taglio del nastro e un buffet.

L’Eco di