San Pellegrino Terme – Non si fanno solo piatti prelibati e cocktail d’eccezione all’istituto di San , ci sono anche buona musica e teatro. Si è concluso, infatti, nei giorni scorsi, nella scuola , un primo percorso legato alle arti performative quali musica corale, musica strumentale e recitazione teatrale. L’iniziativa, sostenuta dalla dirigente Silvana Nespoli e coordinata nella realizzazione dal docente Lorenzo Tassi, ha visto impegnati una sessantina di allievi che si son messi in gioco attraverso un lavoro di preparazione settimanale (da novembre a maggio), fino ad arrivare ad affrontare una vera e propria performance artistica di fronte a un pubblico vero.

«L’iniziativa – afferma Tassi – nasce in seguito alla vittoria da parte della scuola di un bando di concorso indetto dalla Fondazione Cariplo, per sostenere iniziative musicali e teatrali nelle scuole superiori della Lombardia. Con un finanziamento importante, che si svilupperà in un progetto strutturato in tre anni, la scuola è riuscita ad acquistare
strumenti musicali e a garantire corsi pomeridiani ai ragazzi con professionisti del settore.

Il cibo nutre il corpo, il teatro e la musica nutrono l’anima: a questo binomio si è ispirato il nostro progetto intitolato “Cafè chantant” che, con lo spettacolo finale, ha centrato l’obiettivo nel rendere protagonisti i giovani, incrementandone di fatto il loro grado di autostima e di partecipazione scolastica». La serata, accompagnata da un banchetto, ha sintetizzato in momenti distinti i percorsi sviluppati. Il pubblico ha potuto godere dell’intrattenimento della band strumentale seguita nella formazione da Paolo Moleri del Centro di produzione musicale di mentre nella sala ristorante, trasformata a teatro, è andato in scena lo spettacolo «Cena con delitto» curato dall’attore e regista Albino Bignamini di Pandemonium Teatro che ha seguito nella preparazione i ragazzi.

In conclusione si è esibito inoltre il coro della scuola seguito da Lorenzo Tassi con passi a più voci sul tema, ovviamente, del cibo. Gli alunni della scuola, a fine mese, faranno tappa con un estratto delle loro performance al teatro Parenti di dove a turno, in diverse giornate, si esibiranno le scuole lombarde aderenti al progetto della Fondazione Cariplo.

L’Eco di Bergamo