Valle Brembana – È tutto pronto in alta Valle Brembana per «», la sagra del fungo. E quest’anno, giunta alla sua quinta edizione, «si fa ancora più bella e interessante», promettono gli organizzatori. Il conto alla rovescia è ormai terminato: la manifestazione si aprirà questa sera, alle 20,30, nel centro di con un concerto jazz. Per nove giorni la sagra del fungo animerà , Cassiglio, Cusio, Mezzoldo, Olmo al Brembo, Ornica, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, e Valtorta, con escursioni, animazioni e degustazioni fino allo spettacolo di chiusura di domenica 12 settembre.

Siamo alla quinta edizione e la sagra è cresciuta negli anni, diventando un importante evento che è stato inserito nelle manifestazioni del – precisa Andrea Paleni, vicesindaco di Cusio e responsabile del gruppo organizzativo –. Già nel mese di agosto, per esempio, i ristoranti convenzionati con la manifestazione hanno ricevuto delle prenotazioni e numerose fotografie, tra le 150 partecipanti al nostro concorso, provengono da varie province del Nord d’Italia».

Il protagonista indiscusso della sagra resta comunque il fungo, che sarà presentato nelle mostre micologiche all’info-point di Olmo al Brembo, nelle escursioni nei boschi e nella conferenza «Cibo come cultura» di domani, alle 17, nella biblioteca di Piazza Brembana. Per tutti i palati, invece, il fungo si potrà gustare in tutte le sue forme grazie ai diciannove menù proposti da altrettanti ristoranti e rifugi aderenti all’iniziativa. «Tra le novità di quest’anno e per coinvolgere sempre più le famiglie alla nostra manifestazione, alcuni ristoranti propongono il menù per i bambini che comprende un primo o un secondo, il dolce, l’acqua e una bibita al prezzo massimo di 10 euro – prosegue Paleni –. Un’altra nuova iniziativa è la possibilità di partecipare alla degustazione di prodotti tipici, tutti i giorni alle 16,30, a rotazione nei vari ristoranti aderenti a Fungolandia».

La sagra del fungo propone anche quest’anno vari concorsi: «Arte in Natura: la montagna ci parla», al quale hanno partecipato circa 150 fotografie che saranno esposte nella sala polivalente di Piazzolo; la competizione di opere di pittura, riguardante «La terra e le genti» di Averara, Santa Brigida e Cusio, che terminerà il 12 settembre; il concorso per il fungo più grosso e il più piccolo e la competizione «Il ghiottone», alla quale si può partecipare consegnando al campo parrocchiale di Santa Brigida, entro le 16 di domenica, una torta con almeno un prodotto tipico della zona.

«Tra gli eventi più importanti del primo fine settimana: la giornata di sabato sarà animata dalla “Festa di fine estate” con stand di artigianato e prodotti tipici locali nella via centrale di Piazza Brembana, mentre Olmo al Brembo ospiterà la giornata di alpinismo con la “Scuola di alpinismo Orobica” – spiega Paleni –. Domenica mattina, poi, l’escursione col Cai di Piazza Brembana lungo la via Mercatorum alta, nel pomeriggio la scalata del campanile di Santa Brigida e la sera le vie storiche di Averara ospiteranno un percorso a lume di candela tra mercatini, degustazioni e attività artigianali».

Ampio il calendario di eventi durante la settimana: martedì sera Cassiglio ospiterà la sfida di calcio tra gli amministratori e i parroci dell’alta Valle Brembana; mercoledì la visita alle centrali idroelettriche di Mezzoldo e Ornica e la sera un incontro con il meteorologo Roberto Regazzoni nel centro sportivo di Cusio; giovedì, alle 21, al cinema di Piazzatorre la proiezione dei migliori documentari che hanno partecipato all’Orobie Film Festival. «Lo sponsor principale della sagra è , il consorzio degli di San Simone, Foppolo e Carona – conclude Paleni –: è un chiaro segno di collaborazione tra gli enti per il rilancio turistico del nostro territorio».

Eleonora Arizzi – L’Eco di Bergamo

http://forum.valbrembanaweb.com/funghi-valle-brembana-f109/fungolandia-2010-t4684.html

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a Santa Brigida
Fotografie immagini di Santa BrigidaEscursioni sui sentieri di Santa Brigida