Fino ad agosto all’incrocio Cinque vie, causa dei rallentamenti. Ci saranno anche gli agenti di Serina e . ZognoGli automobilisti in transito sabato scorso sulla provinciale 470 di Valle Brembana avranno notato maggior scorrevolezza nell’attraversamento di e in particolare del nodo delle Cinque vie, considerato il punto critico dell’intero asse viario vallare fino a Villa d’Almè.

Perché dalle 8,30 e fino alle 13 il semaforo è stato costantemente lampeggiante con divieto di attraversamento dell’ex statale e obbligo di curvare a destra per i veicoli provenienti dal centro cittadino e da via Pietro Ruggeri, così da impedire intersezioni che rallenterebbero il traffico. Quindi è stato attivo un presidio degli agenti di polizia locale. Precisa in proposito il comandante Emiliano Paninforni: «Sabato scorso è stato attivato un servizio che continuerà sempre di sabato mattina, fino al 31 agosto».

Prosegue ancora Paninforni, responsabile della stesura del piano: «Per lo svolgimento del servizio ci si avvarrà di due agenti della polizia locale di Zogno, di uno del e di uno del Bianco che in caso di bisogno o di emergenze potranno operare pure sull’innesto, ad , della strada provinciale della sulla strada ex statale 470 della Valle Brembana».

L’operazione è stata formalizzata nel corso di un incontro cui hanno partecipato per Zogno il sindaco Giuliano Ghisalberti e l’assessore Angelo Curnis e Gianni Salvi, assessore alla Viabilità della di Valle Brembana. Dice il sindaco Ghisalberti: «Due le preoccupazioni del per questo problema viario che è di carattere locale e contemporaneamente vallare, nel senso che si vuole favorire l’arrivo dei turisti: l’alleggerimento del traffico vallare e la sicurezza di quello locale, particolarmente critici di sabato, giorno di mercato». E continua: «Oltre al semaforo lampeggianti, che garantisce il flusso continuo sulla strada provinciale, e la collocazione di cartelli direzionali, in caso di necessità saranno posti pure dei birilli a centro carreggiata. E poi si ritiene fondamentale il presidio degli agenti per motivi di sicurezza».

Afferma a sua volta l’assessore della Comunità montana Salvi: «L’ente comunitario è ovviamente molto attento al discorso turistico che dipende anche dalla viabilità, per cui il sottoscritto e il vicepresidente comunitario e vicesindaco di Serina Giovanni Fattori ci siamo fatti carico della richiesta formulata dal Comune di Zogno per una compartecipazione alla copertura dei costi del servizio. E il direttivo della Comunità montana ha deciso di aderire all’iniziativa dell’amministrazione ». Dovrebbero, quindi, diminuire i tanto deprecati rallentamenti sulla strada provinciale, all’ingresso di Zogno, causati dalle strade laterali e dall’incrocio delle Cinque vie. Per tutti gli altri giorni della settimana il semaforo ha il funzionamento attivo da tempo: con i tempi regolari dalle 8,45 alle 22 di tutti i giorni, giallo lampeggiante costante la domenica e notturno dalle 22 e fino alle 8,45 tutti i giorni feriali.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo