Oltre il Colle – Fino allo scorso anno, la piccola Linda, quando non aveva ancora 12 mesi, saliva al rifugio sulle spalle di papà Attilio: un «viaggio» anche di due ore e mezza o tre – soprattutto quando col innevato – insieme ai fratellini Lucia, 5 anni, e Jury, di tre. Da questa stagione (a meno che si fermi a casa dalla nonna), potrà arrivare comodamente su un «gatto delle nevi». Attilio Rizzi, 42 anni, la moglie Patrizia Sirtoli, 36, sono i rifugisti del «Capanna 2000» di Oltre il Colle, lungo il sentiero per il monte Arera. Una gestione un po’ speciale visto che ad «aiutarli» ci sono anche tre baby «gestori», ovvero i figli Lucia, Jury e, ultima arrivata, la piccola Linda, nata nell’agosto 2008, quasi sempre presenti in quota. Una permanenza costante, peraltro, visto che il rifugio è uno dei pochissimi che in rimane aperto sempre, d’estate ogni giorno, poi tutti i fine settimana (sarà aperto da sabato fino all’Epifania tutti i giorni, poi sempre nei weekend).

Attilio, artigiano edile originario di Alta e la moglie Patrizia, casalinga di Fino del Monte (dove abitano), gestiscono il rifugio, di proprietà del Comune di , dal 1995. «Lo facciamo per passione – dice Attilio – non certo come primo lavoro. Anche se, rimanendo sempre aperti siamo ormai diventati un punto di riferimento per tanti escursionisti. Chi è affezionato alle nostre sa che noi, almeno nei fine settimana, ci siamo sempre. L’ultima volta che abbiamo “saltato” un weekend risale ormai a quattro anni fa. Anche lo scorso anno, in occasione del Battesimo di Linda, il rifugio è rimasto aperto, grazie ad alcuni nostri amici che, io, poi ho raggiunto dopo la cerimonia». E dopo il nevone dello scorso inverno, che aveva creato qualche difficoltà, quest’inverno la famiglia Rizzi potrà raggiungere il «Capanna 2000» un po’ più comodamente. Ha acquistato, infatti, un «Gatto delle nevi» capace di portare otto : i bambini sono belli comodi e avanzano anche tre posti: chissà che in previsione ci siano altri nuovi baby gestori…

L’Eco di