Le attività campanarie s’intensificano nel periodo natalizio e disegnano nuove prospettive per il futuro. Di recente la Scuola di Roncobello ha tenuto un concerto nel cuore di Siena portando per la prima volta il suono delle campanine in Toscana in occasione della manifestazione «Sìènatale», dedicata alla riscoperta dei suoni della tradizione nel periodo natalizio. Dopo la partecipazione al Festival Mito di Milano da parte della Federazione campanari e della Scuola campanaria e dopo l’esperienza in Inghilterra dei giovani di , si riflette sull’importanza di creare nuove sinergie per estendere la collaborazione tra associazioni campanarie italiane e produrre un documento a livello nazionale sulla tutela del patrimonio campanario che rafforzi la collaborazione tra le varie regioni italiane e le diverse curie sui cui territori operano gruppi campanari particolarmente attivi.

In occasione della cena sociale tenutasi a Nembro il 20 dicembre scorso, don Gilberto Sessantini, promotore all’interno dell’Ufficio diocesano di Musica sacra della Commissione tecnica per le campane, ha auspicato in un breve discorso che le campane diventino attraverso l’opera delle associazioni volontarie un segno importante della cultura del territorio e possano essere tutelate come un bene non solo materiale, ma pure come veicolo di memoria storica. Da qui l’idea di rendere concreto un progetto di sintesi delle diverse realtà nazionali da presentare e discutere in occasione del prossimo raduno nazionale dei campanari d’Italia che si terrà a Modena il 25 e 26 aprile prossimi.

I concerti di campanine si chiudono questa sera alle 21, nella chiesa di Roncobello, con un concerto natalizio per campanine e coro della Scuola campanaria: verranno eseguiti brani della tradizione natalizia lombarda ed europea. Ingresso libero. Per ulteriori informazioni: www.campanaribergamaschi.net.

L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti Roncobello
Fotografie immagini di Roncobello
Escursioni sentieri in Roncobello e dintorni