Piazza Brembana – Il via da dicembre, il costo sarà di 80 centesimi l’ora, con un minimo di 20 centesimi per 15 minuti. Se ci si fermerà non più di dieci minuti, la sosta sarà gratuita. Il ticket si dovrà pagare tutti i giorni, dalle 9 alle 12 e dalle 14,30 alle 20. Il parcheggio a pagamento nel di (via Belotti, parte di via Sante Calvi e di via , per circa 80 posti) è arrivato come un fulmine a ciel Sollevando un polverone di proteste. Eppure il sindaco, Geremia Arizzi, sostiene che la proposta sarebbe partita proprio da alcuni commercianti. Ma buona parte di loro, invece, si dichiara contrarissima. «Molti dei negozianti sulla via – spiega il primo cittadino – lamentavano che diverse auto venivano lasciate parcheggiate per tutta la giornata, nonostante il disco orario. Il vigile c’è solo a luglio e agosto o in alcune occasioni, quindi qualcuno se ne approfitta, sapendo che non prenderà multe. Finora non eravamo mai intervenuti, confidando in un maggior senso civico che, invece, è venuto a mancare. Con il ticket si favorirà il ricambio e quindi si favoriranno proprio le attività commerciali».

Mercoledì scorso si è tenuta un’assemblea tra amministrazione e commercianti ed è stato subito scontro proprio sulla questione parcheggi a pagamento (giovedì e ieri è stata realizzata la segnaletica orizzontale). «È vero che c’era chi se ne approfittava lasciando l’auto tutto il giorno – dice Cinzia Milesi, titolare di un negozio di casalinghi in via Belotti – ma non è così che si risolverà il problema. Chi vorrà fare lo scorretto continuerà a farlo, parcheggiando fuori dalle strisce. Si favorirà iuvece la sosta selvaggia. L’unica soluzione è intensificare i controlli del vigile, a sorpresa, lasciando il disco orario». «Il provvedimento è assurdo – aggiunge Santino Busi, con negozio di alimentari in via Belotti – con i tempi di crisi che corrono. Già oggi (ieri per chi legge, ndr), alla vista delle strisce blu, molti clienti si lamentavano dicendo che non sarebbero più venuti. Il danno per le attività commerciali sarà inevitabile».

Franco Milesi gestisce un bar in via Sante Calvi, lungo la che porta al municipio: «Sono contrario, come la maggior parte dei commercianti – dice –. In un paese piccolo come il nostro non ha senso. Inizialmente volevano far pagare sempre. Fortunatamente, dopo nostra richiesta, i primi dieci Le strisce blu dei parcheggi a pagamento nella via Belotti di Piazza minuti saranno gratuiti. Ma il problema non sarà comunque risolto. Anzi, col disco orario, uno poteva fermarsi un’ora, pagando due euro d’ora in poi si potrà sostare tutto il pomeriggio». Critica anche la minoranza consigliare. «Abbiamo proposto di ripensare il provvedimento – dice Hans Quarteroni, titolare anche di un bar in centro –. Ogni anno si spendono diecimila euro per avere il vigile per meno di due mesi: si spalmi tale presenza su tutto l’arco dell’anno, con controlli settimanali a sorpresa. Magari accordandosi con la polizia locale di un altro Comune. Se poi non funzionerà, allora si potrà installare i parchimetri. Ma questa è stata una scelta scellerata. Siamo stati informati solo mercoledì a decisione ormai presa, e giovedì c’erano già le strisce blu in paese».

Giovanni Ghisalbertti – L’Eco di

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche