Moio dè Calvi – Venerdì 17 agosto 2012 la rassegna Andar per Musica in Piazza IV Novembre ore 21,O0, ingresso libero. La chitarra ha sempre avuto un ruolo primario nel cartellone della rassegna internazionale di folk contemporaneo ANDAR per MUSICA: elettrica, elettrocustica o acustica che si voglia, nelle mani di grandi artisti e virtuosi ha saputo dispensare molte emozioni. Eric Bibb, Dave Alvin, il California Guitar Trio, tanto per citare alcuni protagonisti delle rassegne estive in . La chitarra è una sorta di filo conduttore che ci condurrà pian piano alla seconda edizione del Festival Chitarristico Internazionale di Gandino, il prossimo settembre(dal 14 al 16).

Ora è la volta di un virtuoso che viene dal lembo estremo occidentale dell’Europa, dal Portogallo: MANUEL DE OLIVEIRA. Eli è conosciuto nel ruolo di comprimario della cantante di fado Dulce Pontes, ma in realtà negli ultimi anni ha dato inizio ad una carriera personale importante, che in breve tempo gli ha permesso di affernarsi ed esibrsi in moltissimi festival e concerti in tutto il mondo. Manuel è già stato protagonista della nostra rassegna e di altri concerti in Italia sia da solo che con un gruppo, la cui combinazione varia a seconda dei vari progetti che ha in atto, tutti tesi a dar vita a preziose e coinvolgenti alchimie sonore etniche.

Questa volta ha scelto d’esibirsi in solo, per un recital che sicuramente saprà ammaliarvi e dare forti emozioni. Manuel d’Oliveira, un chitarrista eccezionale, adatta i riflessi dell’anima iberica che scorre nelle sue vene alle sue composizioni, senza nascondere il rispetto e la devozione senza tempo alle proprie origini e tradizioni. Con una vasta carriera percorsa a livello internazionale, Manuel d’Oliveira è stimato dalla critica come uno dei più promettenti chitarristi contemporanei. Ha pubblicato nel 2007, per il mercato internazionale, Amarte per la prestigiosa etichetta Harmonia Mundi e ha partecipato ai più importanti festival europei, tra cui Emociona Jazz!! di (Spagna) e Couleurs Jazz di Tourcoing (Francia), insieme a nomi del calibro di Brad Mehldau, Chick Corea, Mike Stern, Richard Galliano.

Senza gli abituali collaboratori, Manuel d’Oliveira si presenta ora sul palco con la sola chitarra a fargli compagnia. Con uno stile più puro – sempre schietto e autentico – e “nudo”, il solo compositore e il suo strumento ci presentano i brani di Iberia, Amarte e altro materiale inedito che vede la luce per questo concerto solista, in cui Manuel d’Oliveira svela l’essenza delle proprie creazioni sonore, offrendo all’ascoltatore la possibilità di un viaggio fuori dal proprio sé, per arrivare a incontrare quello di ognuno. Senza dimenticare lo spazio all’improvvisazione, di sensi e sentimenti, Manuel trasforma ogni aria in un raffinato pezzo di artigianato: fatto a mano, con la delicatezza e la profondità che siamo abituati a trovare in lui, è opera d’arte unica e irripetibile.